L’emergenza sanitaria in corso, che costringe le persone a non uscire di casa per evitare contagi, sta portando a una rapida crescita dello shopping online. Molti siti e-commerce, normalmente efficienti, si sono trovati a non poter garantire o rispettare gli abituali tempi di consegna.

Amazon, per fare fronte a questa imprevista situazione, ha quindi annunciato di aver reso disponibili 100mila nuove posizione lavorative, all’interno dei centri logistici o per la consegna, negli Stati Uniti. Una decisione presa “per andare incontro, in questo periodo stressante, all’aumento della domanda verso i servizi di Amazon, in particolare da parte dei soggetti più vulnerabili all’uscita in pubblico”.

Inoltre, viste le molteplici difficoltà, Amazon si impegna ad aumentare la paga oraria dei lavoratori fino alla fine di aprile: 2 dollari in più per i dipendenti negli Stati Uniti, 2 sterline in più nel Regno Unito, e 2 euro in più in diversi Paesi europei. Un aumento di paga pari a un investimento, per la Società, di oltre 350 milioni di dollari (circa 314 milioni di euro).

In Italia il gruppo ha inoltre deciso di intervenire sulle priorità di consegna: “Stiamo assistendo ad un aumento degli acquisti online e, di conseguenza, si stanno esaurendo alcuni prodotti come gli articoli per la casa e i materiali sanitari — comunica l’azienda —. Per questo motivo, stiamo dando temporaneamente la priorità a questi e ad altri prodotti più richiesti che arrivano nei nostri centri logistici, in modo da poter ricevere, rifornire e consegnare rapidamente proprio questo genere di beni ai clienti”. Tutto il resto diventa secondario, con tempi di consegna più lunghi. “Comprendiamo che si tratta di un cambiamento importante per i nostri partner di vendita e apprezziamo la loro comprensione sul fatto che stiamo dando la priorità temporanea ad alcuni prodotti”. Le nuove regole riguarderanno anche tutti i clienti Prime abbonati: se fino ad ora si ricevevano pacchi in 24 o 48 ore, ora potrebbe non essere più così. Gli abbonamenti Prime, però, non saranno sospesi; “l’iscrizione al servizio Amazon Prime offre una serie di vantaggi — fa sapere l’azienda — incluse le spedizioni illimitate, veloci e senza costi aggiuntivi o a prezzo scontato, e parliamo sempre di spedizioni il più veloce possibile in base alla richiesta e alla disponibilità”.