Cresce il numero di brand del lusso che, per arrivare ai giovanissimi, investe su Tik Tok, piattaforma social video creata dall’azienda cinese ByteDance nel 2016 e giunta oggi a 1 miliardo di utenti attivi. Secondo la società di ricerche di mercato Marketing North il 41% degli utenti ha un’età compresa tra i 16 e 24 anni.

Il motivo del successo sembra essere nell’autenticità dei contenuti: i brevi clip di Tik Tol appaiono meno artefatti rispetto alle immagini patinate di Instagram. Per questo alcune griffe, non disponendo ancora di un account ufficiale, si sono affidati a TikToker conosciuti, neo-influencer emersi grazie al nuovo social: il 18enne Noen Eubanks è stato addirittura scelto da Celine come volto della campagna maschile P/E 2020.

Negli Usa alcuni marchi amati anche dai giovanissimi, come Ralph Lauren e Calvin Klein, hanno approcciato Tik Tok già tra il 2018 e il 2019, ma negli ultimi mesi il fenomeno si è ampiamente diffuso nel settore moda. Burberry, attivo dallo scorso giugno, conta 23 mila followers e ha lanciato la #TBchallenge invitando i seguaci a filmarsi, ricreando il logo TB con le mani. OlivierRousteing, direttore creativo di Balmain, ha lanciato a novembre un account per presentare la collaborazione in partnership con Puma e Cara Delevingne. L’iniziativa #BalmainEnsemble, presentata di recente, ripropone alcuni contenuti dagli archivi.

Gucci ha iniziato a febbraio ma vanta già 253mila followers. Il lancio della campagna #AccidentalInfluencer per promuovere le sneakers Tennis 1977 ha dato il via a una serie di contenuti esclusivi.

Prada, invece, durante Milano Moda Donna ha reclutato la TikToker 15enne Charli D’Amelio chiedendole di catturare contenuti dalla sfilata e condividerli sul suo account personale seguito da oltre 46 milioni di followers.

Oltre ai fashion brand anche il mondo dello scouting, come Img Models, sta scoprendo le potenzialità di Tik Tok: “Mi ricorda Instagram agli albori, quando scoprivamo contenuti davvero genuini e non una marea di immagini che sembrano idilliache ma che non sono probabilmente reali”, afferma Jeni Rose, senior vice president IMG Models.