“Compri adesso, paghi dopo” è la nuova funzione introdotta su WeChat, piattaforma nata come applicazione di messaggistica che, nel tempo, ha ampliato la gamma di servizi offerti integrando sistemi di pagamento, web app, servizi di customer service e molto altro ancora. La nuova feature disponibile sull’app, secondo quanto riportato da diverse fonti stampa cinesi, consente agli utenti iscritti a WeChat di acquistare a credito, accedendo così a una sorta di microprestito che potrà essere ripagato nel tempo con l’aggiunta di interessi.

In Cina, dove pagare tramite smartphone è una pratica altamente diffusa, soprattutto grazie alle piattaforme AliPay e WeChat Pay (che insieme rappresentano il 92% del mercato cinese dei pagamenti mobili), la soluzione rappresenta un ulteriore passo nell’agevolare i pagamenti online e tramite mobile.

Come è noto, WeChat è l’unico modo per comunicare all’interno della Cina, dove non funzionano WhatsApp, Google, Facebook, Instagram e analoghi strumenti: è un’unica app da cui passano messaggi e anche acquisti di qualsiasi bene e servizio, un luogo virtuale chiuso che offre al consumatore tutto ciò che gli serve, un luogo gratuito in cui l’utente stesso e i dati che condivide sono la merce di scambio.

Secondo il China Internet Watch di Trust Data, WeChat è l’app più utilizzata in Cina, con più di un miliardo di utenti attivi che ci passano circa 4 ore al giorno, contro le 2 ore al giorno che in Italia (dati We Are Social 2019) passiamo in media su tutti i social network e le 6 in totale spese su Internet.

Gli utenti sono ancora pochi rispetto a Facebook (circa 2 miliardi e mezzo) o WhatsApp (1,6 miliardi) ma sono quanti quelli di Instagram e, come riporta Apptopia, spendono il doppio del tempo sulla app.