L’influencer marketing è in crescita ma è stato finora difficile misurare i ritorni degli investimenti.

Una risposta a questa nuova esigenza arriva dalla piattaforma RewardStyle, che gestisce il rapporto tra aziende e imprenditrici digitali, contando tra i suoi clienti oltre 5.000 brand e più di 70.000 influencer. RewardStyle ha progettato un portale cloud che permette di verificare le performance dei messaggi commerciali realizzati dalle influencer attraverso l’app Liketoknow.it

Wwd riporta che negli ultimi sei mesi sono stati acquistati prodotti legati ai partner retail di RewardStyle per circa 1 miliardo di dollari, metà dei quali mediati dall’app Liketoknow.it. Ad aprile la piattaforma è cresciuta del 300% e ora vuole garantire ai propri partner (tra cui Qvc, Ebay, Reebok, Topshop, Urban Outfitters e Abercrombie & Fitch) la massima trasparenza. Attraverso il portale cloud, i brand possono avere la conferma in tempo reale dell’efficacia dei contenuti promossi dalle influencer sia in termini di traffico e interazioni che anche in termini commerciali, verificando gli articoli effettivamente venduti su Liketoknow.it.

La versione beta del tool è stata recentemente ampliata per includere tutti i partner retail di RewardStyle: “Il primo passo per avere maggiori risultati con le influencer è capire come gestirli. La piattaforma traccia quello che chiamiamo RPI (revenue-producing influencers), permettendo ai brand di capire la fonte del traffico online e le vendite – ha spiegato Amber Venz Box, co-fondatrice di RewardStyle. – Abbiamo investito milioni di dollari per creare questa piattaforma, ma riteniamo sia ciò di cui i nostri brand hanno bisogno per essere efficienti, soprattutto nel panorama attuale. Erano storicamente abituati a fare affidamento sulla forza degli store tradizionali, il 90% delle proprie vendite scaturiva da lì e, in assenza di queste, vogliamo procurargli uno strumento molto veloce che gli permetta di monitorare l’efficienza della propria forza vendita digitale”. La recente pandemia non ha intaccato il business di RewardStyle, che nel mese di marzo ha visto crescere del 30% le campagne a pagamento realizzate per i brand, affidate in buona parte alle influencer.