“Intergic è nata 10 anni fa, all’epoca io ero l’unica persona che costituiva il team e presentava a portfolio un’unica tecnologia”, ricorda Marino Casucci, CEO e Founder di Intergic. “Mi occupavo di proporre in Italia un software tedesco, tutt’oggi nella nostra offerta, che nel tempo si è modificato rispondendo alle necessità in continua evoluzione del mercato. Negli anni, Intergic ha osservato l’andamento dell’ecommerce nel nostro Paese, attendendo che fosse pronto per accogliere innovazioni capaci di dare una svolta. La nostra mission è sempre stata di accompagnare le aziende italiane e supportarle nel loro percorso di innovazione, avvicinandole agli standard esteri. Per quanto riguarda lo stato del settore, è necessario ammettere che l’Italia affronta un ritardo nella digital innovation rispetto al resto d’Europa, a causa di un gap legato all’implementazione delle infrastrutture. Ciò nonostante, la situazione è tutt’altro che negativa: in città come Milano, oggi è possibile pagare la metropolitana facendo leva sull’Internet of Things, attraverso il tag NFC delle carte di credito. Anche questa è una forma di ecommerce. In questo contesto, si parla sempre più di Digital Commerce, che si focalizza sulla modalità di acquisto e non sul luogo dove avviene”.

Anche quest’anno Intergic parteciperà al Netcomm Forum. Questa sarà la nona volta per l’azienda. Ci sono novità a riguardo?
Dopo dieci anni di attività nella selezione di tecnologie europee all’avanguardia e relativa introduzione delle stesse sul mercato italiano, l’azienda si è evoluta tenendo il passo con l’ecosistema digitale. Per la nona partecipazione al Netcomm Forum abbiamo quindi deciso di esporci e mostrare la nostra identità. Per la prima volta ci presentiamo infatti con uno stand Intergic di 27 mq (C20), che ospiterà alcuni dei brand a portfolio: FACT-Finder, Kameleoon, prudsys e heidelpay. Quest’anno è anche l’occasione per festeggiare il nostro decimo compleanno attraverso la presentazione della nuova immagine coordinata di Intergic! Oltre a queste novità, rimangono salde alcune tradizioni, come le nostre famose birre e la piccola festa alla fine della prima giornata.

Quali sono gli obiettivi della nuova immagine coordinata?
Il rebrand di Intergic si posiziona nell’ottica di riaffermazione dei valori aziendali per sottolineare il nostro ruolo all’interno di un ecosistema digitale in continua evoluzione. Negli anni, infatti, Intergic si è aperta verso nuovi mercati, andando oltre il mondo dell’eCommerce e del digital marketing (settori in cui l’azienda ha fatto da apripista e pioniere), affermandosi inoltre nel fintech e nei pagamenti digitali. Attualmente, Intergic fornisce soluzioni innovative e disruptive che impattano e coinvolgono IoT, supply chain, cyber security, geolocalization e industria 4.0. La nuova mission di Intergic in questo contesto ha il duplice obiettivo, da un lato, di accompagnare le aziende nel processo di selezione e adozione di strumenti per l’innovazione del business, dall’altro di continuare ad ampliare il proprio portfolio per rendere lo scenario digitale italiano competitivo a livello internazionale.  In definitiva, questo potrebbe essere definito l’anno zero di Intergic, in cui scopriamo tutte le nostre carte mostrando i nostri valori e la nostra mission.